Gildo De Stefano

UNA STORIA SOCIALE DEL JAZZ

INDICE

Prefazione di Zygmun Bauman

Introduzione

1) PROLOGO ANALITICO

1.1 - I processi essenziali della musica jazz nei sistemi d'interazione sociale

2) TEORIA CLASSICA

2.1 - I prodromi del jazz nella società schiavistica: hollers

2.2 - L'european-mind nel Nuovo Mondo: modelli socio-musicali, teorie razziali e

ideologie coloniali. Poligenismo-naturalistico e Monogenismo-biblico

2.3 - La società musicale: teoria socio-antropologica

2.4 - La tradizione social-popolare: spiritualseblues

2.5 - L'eredità culturale africana: folclore,linguaggio,ecantonero

2.6 - Il comportamento come modello sociale: prodottomusicaleefeedback

2.7 - Epistemologia sociologica della schiavitù: schiavidomesticieschiavicampestri

2.8 - Il sistema comunicativo della spiritualità nera

2.9 - Le radici antropologiche del jazz

2.10 - La società del ragtime e l'ossessione jopliniana

2.11 - Fisiognomica e sincretismo in Treemonisha

3) PROSPETTIVE CONTEMPORANEE

3.1 -Dalla critica adorniana al sociologismo della new thing

3.2 - L'inflessione sociale del suono

3.3 - Teoria sociologica del ritmo: concettualismodelloswing

3.4 - Dall'improvvisazione istintiva alla schizofrenia parkeriana

3.5 - L'improvvisazione evolutiva: quale futuro?

3.6 - Un jazz fluido per la società liquida

3.7 - II pubblico e il consumo di musica jazz

Bibliografia

Discografia

Indice dei nomi